News

Formazione e Testing del dispositivo ATOMS&co.

La FASE DI SPERIMENTAZIONE e TESTING del Dispositivo ATOMS&CO si svolgerà da Febbraio a Luglio 2019. Sono previsti due INCONTRI DI FORMAZIONE rivolti alla RETE BOLOGNESE che aderisce al progetto Europeo ATOMS&CO.

27 – 28 FEBBRAIO 2019 

Comune di Bologna  – Istituzione Educazione e Scuola  – Via Ca’ Selvatica, 7

  • MERCOLEDI 27 – aula 3

DALLE ORE 14 alle ore 17

INTRODUZIONE al DISPOSITIVO

APPROFONDIMENTO pratiche STEP 1

  • GIOVEDI 28 – aula 1

DALLE ORE 14 alle ore 17

INTRODUZIONE alle 5 MACROAREE

APPROFONDIMENTO pratiche STEP 2

SCARICA LA LOCANDINA

PER MAGGIORI INFORMAZIONI contattare MARIA LORENZINI – associazione.gio.net@gmail.com

Tel. 3929352662


La formazione in Belgio  è stata CONDOTTA a ALESSANDRO TOLOMELLI – Università di BOlogna – in collaborazione con i colleghi degli altri paesi (ES – BE). A questa esperienza hanno partecipato 7 professionisti della rete Atoms. Si è lavorato molto bene, sebbene con tempi abbastanza concentrati. Questa occasione ha reso il gruppo più consapevole, ha permesso di rafforzare dinamiche di relazione che sono state straordinarie definendo il migliore clima per dare valore a questo lavoro svolto.

Alcune foto della formazione in Belgio – 12 – 14 dicembre 2018.

 

Dispositivo ATOMS&CO

Il dispositivo ATOMS&CO è uno schema di intervento che unisce suggerimenti metodologici e strumenti operativi a sostegno di una relazione positiva tra scuola e famiglia, quale fattore protettivo contro il rischio delle dispersioni scolastiche nell’ambito del progetto Erasmus Plus Atoms & Co. Nella costruzione del dispositivo, il gruppo di lavoro è partito dalla constatazione abbastanza diffusa a livello europeo della “difficoltà di relazione” tra istituzione scolastica e famiglia, pur nella presenza a livello locale di buone pratiche ed esperienze sperimentali positive portate avanti da diverse realtà scolastiche ed associative.

Il dispositivo mira quindi a creare occasioni di incontro e confronto scuola/famiglia/territorio per elaborare una visione condivisa di processi educativi inclusivi, sarà oggetto di una 3 giorni di formazione in Belgio dal 11- 14 dicembre.

Il dispositivo si basa su alcune premesse:
– deve essere opportunamente adattato ad ogni contesto locale;
– si fonda su un approccio basato sulla condivisione di punti di vista fra scuola e famiglia e sul riconoscimento delle reciproche aspettative;
– promuove la coprogettazione e la sperimentazione di percorsi partecipativi che possano incidere attivamente sulla qualità della vita scolastica.

Dal punto di vista operativo, il dispositivo è centrato su due fasi.

La prima fase promuove la partecipazione attiva delle famiglie attraverso l’incontro, la condivisione dei bisogni e dei saperi fra scuola e famiglia, la messa in rete con la comunità e le sue risorse. In questo senso sostiene la ricostruzione di legami di fiducia attraverso la stesura di “patti di alleanza educativa” in cui ogni anno vengono esplicitati alcuni obiettivi, riflessioni ed azioni che genitori ed insegnanti si impegnano a portare avanti in maniera congiunta.

La seconda fase, attraverso processi di coprogettazione fra scuola, famiglia e territorio, mira a sperimentare interventi specifici sui bisogni individuati nella fase precedente e dare attuazione al patto di alleanza educativa.
Per ognuna delle due fasi all’interno del dispositivo sono raccolte una serie di metodologie di partecipazione ed esempi di azioni concrete interessanti già portate avanti nei paesi che aderiscono al progetto.

In sintesi, il dispositivo Atoms & CO per la costruzione di una relazione positiva scuola/famiglia e per la promozione della partecipazione attiva alla vita dell’istituzione scolastica, è un repertorio di esempi concreti che sono stati raccolti per sostenere la sperimentazione nelle scuole, non si propone quindi come un vademecum di pratiche da replicare ma come una raccolta di azioni e metodologie a cui ispirarsi a partire dai propri contesti specifici.

E’ quindi un dispositivo “a maglie larghe”, costruito attorno alle caratteristiche di FLESSIBILITA’, ADATTABILITA’ e COSTRUZIONE IN ITINERE, che ne permette un utilizzo differenziato in contesti diversi e sempre aperto all’innovazione.



SCARICA IL DISPOSITIVO ATOMS&Co_ENGLISH


 

Scarica i MATERIALI – Seminario Internazionale 

ALLEANZE TRA SCUOLA FAMIGLIE E TERRITORIO

In qualità di partner di progetto ATOMA&CO Associazione GIONET Università di Bologna hanno promosso un momento pubblico di riflessione sul tema della dispersione scolastica e formativa lo scorso 22 ottobre a Bologna, Aula Magna – Dipartimento di Scienze dell’Educazione – Via Filippo Re, 6 – BOLOGNA

  • Al mattino (10-13) una sessione di lavoro in cui , a partire dal contributo di Stefano Laffi e di Mauro Piras, verranno messe in dialogo diverse prospettive di studio (sociologica, antropologica, filosofica e pedagogica) attivando uno scambio con il pubblico in una prospettiva di connessione e sinergia tra teorie e pratiche.
  • Al pomeriggio (14-17) focus sul progetto Atoms&Co, che ha portato alla definizione di un “dispositivo” a disposizione dei contesti educativi di differenti paesi europei per avviare percorsi di costruzione di una relazione positiva tra scuola e famiglia, quale fattore protettivo significativo dell’abbandono scolastico.

Tale dispositivo sarà oggetto di un momento FORMATIVO in Belgio (dal 12 al 14 dicembre) e sarà successivamente SPERIMENTATO in Italia a partire da gennaio 2019, presso i CFP e gli istituti che hanno aderito.

 


SCARICA LE SLIDE

MAURO PIRAS

Dopo essersi addottorato in storia alla Normale di Pisa, ha studiato filosofia all’École des hautes études en sciences sociales di Parigi presso la quale ho discusso nel 2000 una tesi di dottorato su conoscenza storico- sociale, ermeneutica e razionalità in Weber, Gadamer e Habermas. Dal 2001 insegna nei licei. Ha pubblicato saggi di teoria sociale e filosofia politica. Scrive su diverse riviste prestigiose (il Mulino e Internazionale) di attualità politica e politica scolastica e sul blog Le parole e le cose.

STEFANO LAFFI

Co-fondatore dell’Agenzia “Codici” di Milano, svolge ricerche, consulenze e formazione, in particolare nel campo dell’intervento educativo e sociale nel mondo giovanile. Sui temi di ricerca ha pubblicato articoli e libri, di recente per Feltrinelli (La congiura contro i giovani, Quello che dovete sapere di me), per le edizioni dell’Asino (Crescere nonostante, Le pratiche dell’inchiesta sociale). Collabora stabilmente con le riviste Lo straniero e Gli asini, ha un blog presso Redattore sociale, Laffingtonpost.

DIANE EGLEBERT FISSAAJ Belgio
FULVIA ANTONELLI –  Università di Bologna

UN CAMBIO DI PARADIGMA: DALLA DISPERSIONE ALLA DISUGUAGLIANZA SCOLASTICA

PRESENTAZIONE della RICERCA TRANSNAZIONALE


VIDEO

Contatti – MARIA LORENZINI
Via Marconi, 49 – 40122 Bologna
Tel. 051.0568980
Cell. +39 3929352662
associazione.gio.net@gmail.com

 GALLERIA FOTOGRAFICA


Per non perdere la strada
Progetto ATOMS. Fare rete tra teorie ed esperienze nel contrasto alla dispersione scolastica e formativa. a cura di Alessandro Tolomelli e Giovanna Guerzoni.La dispersione scolastica e formativa degli adolescenti è un fenomeno in crescita nel nostro paese anche in territori dotati di un welfare educativo avanzato. Per affrontare questa evidenza secondo un approccio innovativo, nel territorio bolognese una rete composita di istituzioni educative ed enti locali ha aderito al Progetto Europeo ATOMS, Action To Make System (2013-2015).  Atoms ha coinvolto circa quattrocento studenti tra i 12 e i 18 anni e numerosi operatori del settore ed è stato valutato, da più parti, come un’esperienza significativa. Se il primo step del processo ha riguardato l’ananlisi dei dati in contesto, il focus si è successivamente spostato sulle azioni di ri-motivazione formativa, per poi orientarsi verso la riflessione pedagogica circa il sistema istituzionale e proefessionale di contrasto al fenomeno.
Questo volume raccoglie le considerazioni e le esperienze pregresse così da costituire un utile strumento per utilizzarne le potenzialità verso nuovi progetti.

 

Progetto ATOMS&CO – Bologna 22 ottobre 2018

Alleanze tra scuola, famiglie e territorio

Il sistema scolastico-formativo, caratterizzato da diverse riforme intervenute negli ultimi anni, rimane tuttavia segnato da disuguaglianze nelle traiettorie di scolarizzazione i cui esiti, – l’abbandono e la dispersione scolastica – non sono che l’ultimo stadio di complessi processi di esclusione sociale e di importanti mutamenti del welfare pubblico. Nell’esperienza di ricerca sul tema, maturata anche in seno al progetto ATOMS (2013-2015), gli aspetti relazionali formali ed informali che caratterizzano il rapporto fra i contesti familiari dei giovani e i contesti istituzionali appaiono cruciali.

Il progetto Atoms&Co intende riportare l’attenzione di chi lavora nella scuola, nella formazione e in generale nel campo dei processi di apprendimento, sulla dimensione relazionale e sociale degli spazi educativi e scolastici. Il progetto europeo costituisce l’occasione per riflettere su tale dimensione relazionale nella costruzione di percorsi di contrasto alla dispersione scolastica e formativa.

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO


In qualità di partner di progetto ATOMA&CO Associazione GIONET Università di Bologna promuovono un momento pubblico di riflessione sul tema del contrasto alla dispersione scolastica e formativa in programma per il prossimo 22 ottobre a Bologna, Aula Magna – Dipartimento di Scienze dell’Educazione – Via Filippo Re, 6 – BOLOGNA

Vi invitiamo a partecipare a questa giornata,  strutturata in due momenti:

  • Al mattino (10-13) è prevista una sessione di lavoro in cui , a partire dal contributo di Stefano Laffi e di Mauro Piras, verranno messe in dialogo diverse prospettive di studio (sociologica, antropologica, filosofica e pedagogica) attivando uno scambio con il pubblico in una prospettiva di connessione e sinergia tra teorie e pratiche.
Stefano Laffi
Co-fondatore dell’Agenzia “Codici” di Milano, svolge ricerche, consulenze e formazione, in particolare nel campo dell’intervento educativo e sociale nel mondo giovanile. Sui temi di ricerca ha pubblicato articoli e libri, di recente per Feltrinelli (La congiura contro i giovani, Quello che dovete sapere di me), per le edizioni dell’Asino (Crescere nonostante, Le pratiche dell’inchiesta sociale). Collabora stabilmente con le riviste Lo straniero e Gli asini, ha un blog presso Redattore sociale, Laffingtonpost.Mauro Piras
Dopo essersi addottorato in storia alla Normale di Pisa, ha studiato filosofia all’École des hautes études en sciences sociales di Parigi presso la quale ho discusso nel 2000 una tesi di dottorato su conoscenza storico- sociale, ermeneutica e razionalità in Weber, Gadamer e Habermas. Dal 2001 insegna nei licei. Ha pubblicato saggi di teoria sociale e filosofia politica. Scrive su diverse riviste prestigiose (il Mulino e Internazionale) di attualità politica e politica scolastica e sul blog Le parole e le cose.

  • Al pomeriggio (14-17) focus sul progetto Atoms&Co, che ha portato alla definizione di un “dispositivo” a disposizione dei contesti educativi di differenti paesi europei per avviare percorsi di costruzione di una relazione positiva tra scuola e famiglia, quale fattore protettivo significativo dell’abbandono scolastico.
Tale dispositivo sarà oggetto di un momento FORMATIVO in Belgio (dal 12 al 15 dicembre) e successivamente SPERIMENTATO in Italia a partire da gennaio 2019, presso i CFP e gli istituti che hanno aderito.

ISCRIVITI PER PARTECIPARE!

 

6 settembre 2018 “Cosa abbiamo in Comune”

L’Open Day “Cosa abbiamo in Comune”, che sin dal suo avvio ha visto la cospicua partecipazione di insegnanti ed educatori, si svolge giovedì 6 settembre 2018, dalle 10 alle 16.30, in P.zza del Nettuno 1/c.

Le sale di Palazzo Re Enzo ospiteranno questo importante appuntamento. Sarà presente anche Associazione GIONET (stand 49) con un desk informativo.

Vi aspettiamo!

FORMAZIONE SAS, Servizio di Aggancio Scolastico -2018

Servizio di Aggancio Scolastico

Sviluppo di un modello operativo, obiettivi di apprendimento e raccordo operativo SAS/scuola

Il SAS è un servizio per l’aggancio e la rimotivazione di allievi a rischio di dispersione scolastica.

Obiettivo della formazione è duplice: la modellizzazione del servizio, predisponendo strumenti e processi capaci di organizzare e gestire l’uscita momentanea e il rientro nella scuola degli/delle allievi/e; il potenziamento del raccordo tra scuola e laboratori esperienziali dei SAS sugli obiettivi di apprendimento (cognitivo, relazionale, comportamentale).

CONTENUTI:

  • Analisi delle risorse e dei vincoli dei soggetti coinvolti (scuola, servizi, famiglia, SAS)
  • Analisi istituzionale e dei gruppi in funzione dell’uscita e del rientro
  • Analisi delle caratteristiche dei possibili fruitori del servizio
  • Sviluppo di processi di integrazione tra SAS e scuole invianti
  • Raccordo metodologico tra didattica laboratoriale e didattica d’aula
  • La corrispondenza tra le attività proposte nei SAS e le conoscenze/competenze curricolari
  • Gli strumenti operativi per lo scambio di informazioni e la programmazione del percorso personalizzato
  • Gli strumenti operativi per la valutazione degli apprendimenti acquisiti nei percorsi SAS
  • Metodologie per una condivisione efficace del percorso SAS con la classe nell’ottica del reinserimento nel percorso scolastico

METODOLOGIA:

Il percorso è articolato sull’utilizzo di metodologie attive: lezioni frontali, lavori in gruppo e simulazioni. I partecipanti saranno suddivisi in 2 gruppi di lavoro (Gruppo A modellizzazione – Gruppo B raccordo operativo SAS/scuola)

DURATA:

  1. incontri: Per ciascun gruppo 5 incontri di n. 3 ore ciascuno, totale ore: 15 in presenza e 10 in autoformazione e projet work (per ciascun gruppo)

SCARICA IL PROGRAMMA formativo:

formazione SAS (2018)

 

 

Assemblea di Atene – 13/15 giugno 2018

YES FORUM e i suoi membri si sono dati appuntamento ad Atene dal 13 al 15 giugno, appuntamento annuale, per continuare ad aiutare i giovani europei. Opportunità di celebrare nuovi traguardi, espansione verso orizzonti più ampi grazie a presentazione di nuovi partner.
L’obiettivo era anche quello di discutere la futura strategia per sostenere la crescita della rete e fornire sempre più progetti europei e incoraggiare i giovani.
Questa è stata anche l’occasione per dare il benvenuto ai nuovi membri! Action Jeunesse Pessac (Francia) e Jong Goud Slochteren (Paesi Bassi) si uniscono alla rete, i membri del YES Forum non vedono l’ora di lavorare con loro.

REPORT ASSEMBLEA YES FORUM

 

 

 

KINDERSTADT Goes Europe!

KINDERSTADT goes Europe (2018-2020)

ProgrammeErasmus+

Key ActionKA2 – Cooperation for innovation and the exchange of good practices

Action TypeKA205 – Strategic Partnerships for youth

Project coordinator: Stiftung St. Johannis (DE)

Call Year2018

Round1

Start of Project01/06/2018

End of Project31/05/2020

Project Duration (months)24


PARTNERS

  1. St. Johannis GmbH – Germany
  2. YES FORUM EWIV – YOUTH AND EUROPEAN SOCIAL WORK FORUM – Germany
  3. Stiftung evangelische Jugendhilfe – Germany
  4. Associazione Gio.Net – Italy
  5. Naujosios Vilnios kulturos centras – Lithuania
  6. STICHTING CMO STAMM GRONINGEN DRENTHE – Netherlands
  7. Fundatia Ruhama – Romania
  8. Ideum Arvidsjaur Kommun – Sweden

 

Siamo felici di annunciare che il progetto presentato in partenariato con Stiftung St. Johannis è stato approvato dalla Agenzia ERASMUS tedesca!

In occasione della prossima Assemblea di YES FORUM (Atene 13 -15 giugno) definiremo le tappe e all’avvio di questo progetto che è rivolto personale esperto nel lavoro sociale con bambini e lavoro giovanile che lavorano nell’educazione aperta e non formale per i giovani. 

Il progetto punta al trasferimento del concetto di “Città dei bambini” KINDERSTADT , che è stato implementato in varie città tedesche e gode di un’elevata accettazione a livello regionale, in altri paesi europei. Il punto di partenza è il progetto KINDERSTADT (Bearville) per bambini, che è stato organizzato e realizzato ogni anno  dalla fondazione Stiftung Evangelische Jugendhilfe in collaborazione con la St. Johannis GmbH.

1° step – Kick off meeting a Bernburg dal 3 al 10 luglio

SCARICA IL REPORT!


 

 

 

 

 

L’Europa per i giovani – New Narrative for Europe

Progetto “Un nuovo racconto per l’Europa”

100 giovani provenienti da tutta Europa hanno presentato le loro idee e raccomandazioni concrete su come dare all’Europa un futuro più luminoso, dopo aver discusso nel contesto dell’evento di chiusura del progetto “Un nuovo racconto per l’Europa”, che si è tenuto a gennaio a Bruxelles. Il progetto ha raggiunto ben 62.000 giovani attraverso una serie di dibattiti che hanno avuto luogo in tutta Europa nell’arco di due anni.

Maggiori informazioni

World Cafe – Atoms&Co

Circa 50 persone, tra insegnati, dirigenti, genitori, educatori e mediatori delle scuole di Bologna si sono ritrovati lo scorso 27  marzo all’evento organizzato da Associazione GIONET e Università di Bologna (Dipartimento di Scienze dell’Educazione), presso l’Osteria la Tiz.

Maggiori informazioni