Archivio annuale 2021

Workshop Europeo – 17 giugno 2021

Nel progetto europeo BRIDGE vogliamo esaminare i punti di forza di giovani ed esperti operatori giovanili:

  • quali sono i loro punti di forza, come può essere migliorata la cooperazione tra le due generazioni
  • come possiamo garantire, condividere, documentare i punti di forza all’interno dell’organizzazione (trasferimento di conoscenze)
  • come possiamo ancorare il processo nell’organizzazione (trasferimento di conoscenze gestione).

Il prossimo 17 giugno la prima parte del workshop europeo Potentials & Tools, organizzato da Gio.Net

Grazie Erasmus+!

Progetto BRIDGE

BRIDGE – Breaching Reservation and Improving Dialogue through Generational Exchange – Cooperation for innovation and exchange of good practices KA202 – Strategic Partnerships for youth – Grant Agreement no. 2020-3-DE04-KA205-020719

Con il Kick off Meeting del 20-21 Aprile ha preso ufficialmente il via il progetto BRIDGE coordinato da IB (Germania) in partenariato con GIONET.

ll focus del progetto è un lavoro su ambito intergenerazionale. L’idea è di mettere a confronto senior e junior youth workers, in modo da abbattere eventuali stereotipi o pregiudizi e creare una sinergia tra le specifiche capacità e competenze degli uni e altri. Nel corso dell’incontro sono si è entrati nel vivo del primo IO1 (Framework) pianificando le prossime tappe del progetto che vedranno la partecipazione di una rete nazionale di youth workers. La prima FASE del progetto “Building Bridges – Potentials & Tools” si sviluppa da marzo 2021 fino a marzo 2022 e porterà alla definizione di un Framework concept. GIONET ha una responsabilità iniziale che è quella di preparare un workshop europeo a giugno  propedeutico all’avvio dell’IO1 di cui è leader IB. Ogni partner deve coinvolgere 3 tandem (ovvero 3 coppie composte da 1 senior e 1 giovane youth worker). Questi 3 tandem (per partner) andrebbero a comporre quello che è il GRUPPO NAZIONALE di progetto.

Il progetto coinvolge il target dei giovani e senior “youth worker” e personale direttivo delle organizzazioni, puntando a sensibilizzazione sulle questioni intergenerazionali:

  • identificazione reciproca e apprezzamento dei punti di forza del personale junior e senior attraverso una maggiore comunicazione;
  • Combinazione ottimale dei punti di forza di entrambe le generazioni attraverso metodi e strumenti di nuova concezione;
  • Promozione del trasferimento della conoscenza

Durata: 30 mesi (da Marzo 21 ad Agosto 23) Partner:

Partner:

  • IB / Germany (leader)
  • ActivaFoundation/ Sweden
  • Gio.Net/ Italy
  • MoissonsNouvelles/ France
  • ÖJAB / Austria
  • YES Forum / Germany

Contatti

Maria Lorenzini – associazione.gio.net@gmail.com  

Progetto PEPPY

PEPPY –  Promouvoir l’éducation, la participation et les projets pour les jeunes

ERASMUS+ KA2  Project code: 2020-1-FR01-KA202-080314

Avviato nel mese di settembre 2020, il progetto PEPPY coordinato da ANTIC, è il risultato di un processo di riflessione che coinvolge diversi attori e operatori dell’economia, della formazione e dell’educazione attorno a un tema comune. A livello territoriale, ci chiediamo come migliorare i programmi di formazione e mentoring per i giovani al fine di consentire loro di acquisire capacità di adattamento sostenibili e di coinvolgerli in un processo che costruisce, rafforza e sviluppa continuamente le loro capacità per rispondere alla sfida permanente di occupazione.

Al fine di supportare le possibilità di autonomia progressiva e di valorizzare il potenziale di risorse e competenze per tutti i giovani, gli attori del progetto PEPPY hanno deciso di avviare un approccio progettuale che coniughi ricerca-azione e sostegno diretto per l’implementazione dell ‘iniziative rivolete a gruppi di giovani locali.

PEPPY ha quindi un duplice approccio: lavorare sul desiderio di libertà creativa dei giovani per incoraggiare e sostenere le loro capacità imprenditoriali e rivelare il loro potenziale di acquisizione di capacità e autonomia, avviando anche una dinamica educativa e pedagogica territoriale, collaborativa e propositiva.

Il progetto PEPPY si rivolge a giovani di età compresa tra i 18 ei 25 anni, la maggior parte dei quali ha lasciato il sistema, NEET, giovani senza diploma, tirocinanti in formazione professionale, iscritti ai centri per impiego o in un corso di formazione superiore o professionale.

Dato l’impatto desiderato, PEPPY si rivolgerà anche a un secondo gruppo target che comprende attori educativi e operatori di supporto per adulti che lavorano con i giovani (personale educativo, insegnanti o formatori), e qualsiasi altro attore educativo potenzialmente in grado di supportare un giovane nella determinazione del suo progetto.

La sfida “abilità giovanili” aperta da PEPPY si basa su:
1 – l’apertura di una piattaforma digitale collaborativa che serva da supporto per la realizzazione di
progetti, dando accesso a strumenti digitali
2 – una metodologia di supporto che rivela i diversi aspetti contrassegnati da PEPPY: valorizzare le abilità non formali, migliorare la fiducia in se stessi, sviluppo dell’imprenditorialità, ecc.

Lo spazio socio-educativo offerto tramite la piattaforma digitale non avrà solo un impatto diretto attraverso gli strumenti e la metodologia messi a disposizione, ma istruirà e ispirerà i partecipanti a coinvolgere attori economici (aziende, associazioni, comunità locale) nella loro regione in progetti non solo direttamente collegati a PEPPY ma anche a questioni territoriali.

Fasi di progetto

  • Fase 1: iniziazione e pianificazione: sett 2020 – otto 2020
  • Fase 2: preparazione, concezione e sviluppo: nov 2020 – ott 2021
  • Fase 3: Sperimentazione e studio: nov 2021 – nov 2022
  • Fase 4: Valutazione: Dic 2022-Marzo 2023
  • Fase 5: Restituzione: Aprile-Giungo 2023

Risultati attesi

I risultati attesi durante il progetto e che saranno trasferibili sono:
– Una guida metodologica per supportare i giovani in modalità progetto
– Una piattaforma digitale collaborativa europea
– Un piano d’azione strategico per mobilitare i giovani e le parti interessate locali
– Una guida di formazione per indicatori di abilità e autodiagnosi personale
– Una relazione di raccomandazioni per una nuova dinamica pedagogica al fine di
sviluppare l’autonomia dei giovani

Partenariato

  • ANTIC (France) – Leader di progetto
  • GAÏDO LAB (France)
  • IUT de Bayonne Pays basque, composante de l‘UPPA (France)
  • UNIBO  (Università di Bologna) – Département des Sciences de l’Education de l’Université de Bologne (Italie)
  • GIO. NET (Italie)
  • L’European Centre Valuation Prior Learning (EC-VPL, Pays Bas)

Scheda progetto in Francese

ANTIC lancia il progetto PEPPY